domenica , Gennaio 23 2022
Bevute

SMWS, arrivare alle emozioni del Whisky!

SMWS, arrivare alle emozioni del Whisky!

Come avrai letto nella nostra ultima degustazione di emozioni (siamo buoni, clicca qui, se non l’hai fatto), Kilchoman Sanaig si è rilevato un viaggio spazio tempo meraviglioso. Mentre apprezzavamo lo splendido lavoro della distilleria di Islay, siamo stati folgorati da alcune domande che hanno trovato risposta

Quali? Eccole…

Ha davvero così importanza, sapere quale distilleria ha prodotto il Dram che stai bevendo? Cambierebbe qualcosa per te sapere che quel Whisky viene da Balvenie o da Strathisla? Oppure in fondo, conta solo l’essenza di quel bicchiere e le emozioni che ti fa provare?

La risposta per noi è stata senza dubbio: no, non conta, contano le emozioni.

E allora abbiamo iniziato a macchinare, e ad ipotizzare idee assurde in stile, pillola rossa o pillola blu. Glen Grant, che ha nel suo 5 anni, lo stereotipo per essere un Whisky da quattro soldi, avrà una botte nascosta nella warehouse capace di emozionare più di un Lagavulin 16 creato ad arte, filtrato e colorato?

In qualche angusto meandro dei magazzini di tutte le distillerie, ci saranno botti che, vuoi per il legno, per l’umidità, o semplicemente per il caso… possono diventare emozioni in bottiglia? Assolutamente sì.

E c’è qualcuno che fa questo? Certo, oltre a migliaia di Imbottigliatori indipendenti, anche la SMWS, ma con qualcosa in più.

Come? Prende una botte di cui nessuno conosce la provenienza (non ci interessano tabelle e codici vari, non rovinate S.Lucia ai bambini, cribbio!) la assaggia, coglie le emozioni di quel Whisky e le imbottiglia! Fine. Ma qui arriva la particolarità

Tu non bevi più un Caol Ila, un Glenfiddich o un Glen Grant… gusti un “Balletto d’orzo” o una “Magia Nera“, o ancora assaggi “Torte e speed date” oppure fai una “colazione in un piccolo podere delle Highlands“… perchè gli imbottigliamenti vengono chiamati, in base a ciò che trasmettono.

A che ti serve sapere quale distilleria l’ha prodotto? Non ti basta sapere che starai per bere un Whisky invecchiato 29 anni, che proviene dallo Speyside, da una botte ex-Bourbon ricco di sentore di cereali ma non invadente; delicato e limpido ma allo stesso tempo elegante e formale per gli anni che ha? Eccolo qui… un Balletto d’orzo.

Cosa vuoi sapere? Cosa ti serve sapere? Nient’altro. Hai tutto ciò di cui c’è bisogno… ed è così che la SMWS ti fa arrivare le emozioni del Whisky.

E allora abbiamo indagato, abbiamo letto il manifesto, ci siamo documentati un po’ e per Giove ci siamo anche iscritti! Perchè porca miseria, quello che abbiamo iniziato a fare noi in minuscola parte, nella nostra ingenuità,  cercando le emozioni nel bicchiere delle etichette più note, chiamando il Lagavulin 16 “Giocare con le onde sul bagnasciuga“, l’Arran Barrel Reserve “Estate e spensieratezza” o il Kilchoman Sanaig “Falò in riva al mare in burrasca” beh, loro lo fanno, lo realizzano, divinamente, all’ennesima potenza.

Quindi, grazie SMWS, noi andremo avanti a cercare le emozioni nei bicchieri e a raccontarle, voi, continuate a mettercele!

Se anche tu vuoi entrare a far parte della SMWS, clicca qui!

Seguici anche su Facebook e Instagram per rimanere sempre aggiornato!


Eng

SMWS, get to the emotions of Whisky!

As you will have read in our last tasting of emotions (we’re kind, click here, if you haven’t), Kilchoman Sanaig has taken on a wonderful space-time journey. As we enjoyed the splendid work of the Islay distillery, we were blown away by a few questions that were answered …

Which? Here they are …

Does it really matter that much, knowing which distillery produced the Dram you’re drinking? Would it change anything for you to know that that Whisky is from Balvenie or Strathisla? Or after all, what matters is the essence of that glass and the emotions it makes you feel?

The answer for us was undoubtedly: no, it doesn’t matter, emotions matter.

And then we started to plot, and to hypothesize absurd ideas in style, red pill or blue pill. Glen Grant, who has the stereotype of being a cheap Whisky, will he have a barrel hidden in the warehouse capable of thrilling more than an artfully created, filtered and colored Lagavulin 16?

In some narrow meander of the warehouses of all the distilleries, there will be barrels that, be it for the wood, for the humidity, or simply by chance … can become emotions in the bottle? Absolutely yes.

And is there anyone doing this? Of course, in addition to thousands of independent bottlers, also the SMWS, but with something more.

Such as? He takes a barrel of which no one knows the origin (we are not interested in various tables and codes, do not ruin S. Lucia for children, jeez!) He tastes it, captures the emotions of that Whiskey and bottles them! End. But here comes the peculiarity …

You no longer drink a Caol Ila, a Glenfiddich or a Glen Grant … taste a “Barley Ballet” or a “Black Magic”, or even taste “Cake making and speed dating” or have a “breakfast in Highland croft”… because bottlings are called, based on what they broadcast.

What do you need to know which distillery produced it? It is not enough for you to know that you are about to drink a 29-year-old Whisky, which comes from Speyside, from an ex-Bourbon cask rich in a hint of cereals but not intrusive; delicate and clear but at the same time elegant and formal for his age? Here it is … a Barley Ballet.

What do you want to know? What do you need to know? Nothing else. You have everything you need … and that’s how the SMWS gets you the emotions of Whisky.

So we investigated, we read the manifesto, we documented ourselves a bit and for Jupiter, we even signed up! Why damn it, what we started doing in a tiny part, in our naivety, looking for emotions in the glass of the most famous labels, calling Lagavulin 16 “Playing with the waves on the water’s edge“, the Arran Barrel Reserve “Summer and carefree” or the Kilchoman Sanaig “Bonfire by the stormy sea” well, they do it, they realize it, divinely, to the nth degree.

So, thanks SMWS, we will go on looking for the emotions in the glasses and telling them, you, keep putting them there!

If you also want to join the SMWS, click here!

Follow us also on Facebook and Instagram!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *